AVVISO DI RISCHIO: IL VOSTRO CAPITALE POTREBBE ESSERE A RISCHIO

Aggiornamento Importante: Secondo la circolare CySEC C168 è fatto divieto ad ogni broker di promuovere Bonus sul deposito. Sulla scorta della nuova regolamentazione, ci teniamo a precisare che qualsiasi riferimento a bonus sul deposito all'interno delle pagine di questo blog non sono più da tenere in considerazione.

A cosa serve il grafico Heiken Ashii

Non esistono solo il grafico a linee, a barre e a candele. Esiste anche il grafico Heiken Ashii, evoluzione di quest’ultimo. E’ frutto di una intuizione dei trader giapponesi, che hanno pensato a un approccio diverso per rappresentare i prezzi e i volumi.

Un approccio che offre a chi lo utilizza uno strumento di fondamentale importanza per un’analisi tecnica veramente efficace.

La caratteristica principale dell’Heiken Ashii è la sua “pulizia” e nello specifico la pulizia dai falsi segnali… E tutti i trader sanno quanto possono essere pericolosi i falsi segnali.

Il grafico Heiken Ashii

Esteticamente, sembra non esserci differenza tra il classico grafico a candele e il grafico Heiken Ashii. In realtà, in quest’ultimo le candele non rappresentano solamente il prezzo ma sono il risultato di un calcolo abbastanza complesso. Alla fine di questo calcolo, le candele risultano “mondate” dai rumori di fondo, e nello specifico dai movimento di prezzi improvvisi e fuori trend. Le candele vengono calcolate in questo modo.

Chiusura = (Apertura + Massimo + Minimo + Chiusura) / 4
Apertura = (AperturaHA[1] + ChiusuraHA[1]) / 2
Massimo = Max (Massimo, Apertura, Chiusura)
Minimo = Min (Minimo, Apertura, Chiusura)

I trader possono tirare un sospiro di sollievo. Questi calcoli vengono eseguiti dalla piattaforma, laddove venga messa a disposizione la possibilità di utilizzare il grafico Heiken Ashii.

Ad ogni modo, l’elemento di rottura, che è poi il principale merito di questo grafico, è la sua capacità di correggere il già efficiente candlestick. Il trader, quindi, non è più costretto a fare i conti dai movimenti non significativi sul piano del trend. Si evince che l’Heiken Ashii consente di fare due cose.

Uno, di comprendere già a occhio nudo se un trend esiste e in che direzione si sta muovendo. Due, produrre stime più affidabile circa i prezzi nel breve e medio termine.

Stretegie Heiken Ashii

Il grafico Heiken Ashii può essere utilizzato come indicatore in sé, oppure per una rapida ed efficace analisi grafica. Una strategia che è possibile mettere in pratica con relativa semplicità consiste nell’individuazione dei supporti e delle resistenze. Nello specifico, in questo particolare grafico, i livelli di chiusura e di apertura possono essere considerati come supporti e resistenze.

Un segnale molto affidabile che scaturisce da questo approccio è il seguente: se a una candela rossa succede una candela verde, è imminente un trend positivo (e viceversa). Il motivo di ciò è semplice: i movimenti “fuori trend” non vengono calcolati quindi.. Sì, è tutti oro ciò che luccica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *