AVVISO DI RISCHIO: IL VOSTRO CAPITALE POTREBBE ESSERE A RISCHIO

Aggiornamento Importante: Secondo la circolare CySEC C168 è fatto divieto ad ogni broker di promuovere Bonus sul deposito. Sulla scorta della nuova regolamentazione, ci teniamo a precisare che qualsiasi riferimento a bonus sul deposito all'interno delle pagine di questo blog non sono più da tenere in considerazione.

Auto opzioni binarie: cosa sono e come sfruttarle

software per analisi tecnica

Il trading binario mette a disposizione degli utenti numerose opportunità. Certo è un “luogo” molto rischioso, nel quale il pericolo di perdere il proprio capitale è dietro l’angolo.

Ma è innegabile: con le opzioni binarie è possibile guadagnare molto. Il problema è come coglierle nella loro interezza, queste opportunità. Per sfruttare ogni singolo movimento (e momento) del mercato bisognerebbe passare ore e ore a tradare.

Una impresa titanica, forse addirittura impossibile. Esiste, tuttavia, uno strumento che consente di fare questo, di investire nelle operazioni binarie 24 ore su 24 ore: le auto opzioni binarie.

Il trading automatico

“Auto opzioni binarie” è il termine con il quale si indica la declinazione nel mondo binario del concetto di trading automatico. Questa modalità di investimento speculativo, molto adottata soprattutto nel Forex, riduce in maniera drastica – anzi azzera – l’impiego di risorse fisiche ed emotive del trader. In che cosa consiste? Il trader delega la gestione dell’operatività, ossia il mero acquistare opzioni e l’esecuzione degli ordini, a un software, chiamato robot. In estrema sintesi, il robot trada al posto dell’utente.

E’ tutto rose e fiori? No, i robot, e quindi le auto opzioni binarie rappresentano un arma a doppio taglio. Hanno, ovviamente, pregi e difetti. Soprattutto, non sono così semplici da utilizzare e non sostituiscono interamente il lavoro del trader. Anzi, a questi è deputato una parte importante dell’attività di trading: la strategia.

Opzioni binarie automatiche: il meccanismo

Il funzionamento del trading automatico è semplice. L’utente utilizza il robot, setta delle impostazioni. Gli ordina, insomma, di acquistare una opzione binaria con determinate caratteristiche ogni qual volta emergono segnali di uno specifico tipo. E’ una sorta di programmazione dell’investimento. E’ ovvio che, in questo particolare contesto, si renda necessaria non solo una certa lungimiranza ma anche una capacità strategica piuttosto spiccata.

Anche perché il robot, essendo una macchina, non possiede abilità interpretative. Non è in grado nella maniera più assoluta di capire quando gli ordini che gli sono stati diventano obsoleti. Non può cambiare in corsa. E’ bene, quindi, padroneggiare il trading automatico con molta cura, non lasciarlo a se stesso bensì mantenere un controllo costante.

Ad ogni modo, i vantaggi sono molti, soprattutto in termine di fatica. I robot sollevano il trader dal compito più fastidioso, noioso e arduo, riducendo anche la pressione in termini emotivi. Non vi è lo stress causato dalla necessità di prendere una decisione sul momento, il trading automatico vive di programmazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *