AVVISO DI RISCHIO: IL VOSTRO CAPITALE POTREBBE ESSERE A RISCHIO

Aggiornamento Importante: Secondo la circolare CySEC C168 è fatto divieto ad ogni broker di promuovere Bonus sul deposito. Sulla scorta della nuova regolamentazione, ci teniamo a precisare che qualsiasi riferimento a bonus sul deposito all'interno delle pagine di questo blog non sono più da tenere in considerazione.

Broker: le caratteristiche dei migliori in circolazione

scegliere broker opzioni binarie

La scelta del broker rappresenta una tappa fondamentale per tutti i trader. Da questa, infatti, dipende la buona riuscita della propria carriera di investitore. Il broker può rappresentare un valido supporto ma può anche frapporre tutta una serie di ostacoli tra l’utente e il profitto.

Tutto ruota attorno alle caratteristiche del broker, alle condizioni, non solo economiche, che impone ai propri clienti. Quali caratteristiche deve avere un buon broker? Di seguito, una lista esaustiva.

La caratteristica principale che un buon broker deve avere è l’affidabilità. Il punto fondamentale è: come fare a capire se un broker è affidabile prima di diventare suo cliente? Purtroppo non esistono molti metodi, ma uno è senz’altro verificare il possesso della licenza. Questa deve essere erogata da un ente regolatore di chiara fama, come può essere la Cysec a livello internazionale e la Consob a livello nazionale. Ovviamente la questione della affidabilità non si esaurisce qua, dal momento che rappresenta la conditio sine qua non.

Due importanti caratteristiche sono, poi, la chiarezza e la trasparenza. Queste devono riguardare soprattutto la spinosa questione della sede fisica. Molti broker “truffatori” infatti sono costretti a celare la loro reale sede, dunque informazioni vaghe circa questo aspetto rappresentano certamente il segnale che qualcosa non quadra. Viceversa, se tutte le informazioni sono presenti nel sito, e in modo chiaro, è possibile stare tranquilli.

Un altro capitolo importante riguarda i costi. Un buon broker è anche un broker poco costoso. Occhio soprattutto agli spread e alle commissioni accessorie. Di norma, i broker market maker non dovrebbero imporre delle commissioni per i trader, dunque è bene vigilare su questo teme. Impongono le commissioni, ma non gli spread, gli ECN, che però sono broker per i più esperti, dal momento che forniscono semplice intermediazione “tecnica”.

Occhio anche alle promozioni. Alcuni broker di fama internazionale offrono delle promozioni molto vantaggiose, che in genere riguardano i bonus di benvenuto e i conti demo. A proposito, solo pochissimi broker offrono le demo gratis, ossia senza l’obbligo di sottoscrivere un account reale.

Infine, va prestata attenzione anche alla comunicazione. Spesso, a fare la differenza è proprio la pubblicità: se è “ingannevole” ossia promette vincite facili e guadagni ampi e repentini, è probabile che il broker non sia così affidabile. Anche una comunicazione realistica e sobria rappresenta un segnale di qualità e affidabilità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *