AVVISO DI RISCHIO: IL VOSTRO CAPITALE POTREBBE ESSERE A RISCHIO

Aggiornamento Importante: Secondo la circolare CySEC C168 è fatto divieto ad ogni broker di promuovere Bonus sul deposito. Sulla scorta della nuova regolamentazione, ci teniamo a precisare che qualsiasi riferimento a bonus sul deposito all'interno delle pagine di questo blog non sono più da tenere in considerazione.

Category Archives: Analisi tecnica

Strategie opzioni binarie: il pattern Harami

Le strategie opzioni binarie costituiscono il segreto per avere successo. Il motivo? Semplice: se si segue un insieme di regole ben preciso, gli spazi per l’emotività si riducono, sicché questa non va a interferire con i trade. Uno degli insegnamenti che gli investitori traggono fin dalle loro prime esperienze consiste nell’evitare le emozioni, far sì che gli unici protagonisti delle operazioni siano la razionalità e la disciplina.

Molte buone strategie si basano sui pattern, dette anche “formazioni”. Con questi termine si intendono delle formazioni che possono apparire nel grafico e che sono in grado di restituire dei segnali. Questi ultimi possono essere di continuazione, quando suggeriscono il proseguimento del trend; di inversione, quando suggeriscono una inversione di tendenza.

Un pattern particolarmente utile, poiché capace di fornire segnali affidabili, è l’Harami

Il pattern Harami

Questo pattern si forma quando a una candela lunga ne segue una molto più corta. Affinché si possa parlare di “Harami”, devono verificarsi due condizioni: il prezzo deve essere inserito in un trend più o meno stabile; la seconda candela deve essere contenuta nella prima. Esistono due tipologie di Harami.

Bearish. Il trend è rialzista, la candlestick lunga segnala un aumento di prezzo, quindi sarà verde o bianca; la candlestick corta segnala un decremento del prezzo, quindi sarà o rossa o nera. La Bearish Harami suggerisce, con un ristretto margine di errore, la rottura del trend e l’imminente inizio di una tendenza ribassista.

Bullush Harami. Il trend è ribassista, la candela lunga suggerisce un decremento del prezzo (pertanto è rossa o nera), e lo stesso vale per la candela rossa. Il segnale è, anche in questo caso, di rottura del trend, per cui si prospetta l’inizio di una tendenza rialzista.

Come utilizzare i pattern

I pattern, siano essi di inversione o di continuazione, rappresentano uno degli ingredienti fondamentali delle strategie opzioni binarie. Sono però sufficienti? Purtroppo no. E’ sempre bene accompagnare l’analisi dei pattern all’utilizzo di alcuni indicatori, come minimo per verificare l’esattezza dei segnali.

La scelta, da questo punto di vista, abbonda. Esistono indicatori a prova di principiante, eppure molto efficienti. Buona parte delle piattaforme ne supporta versioni semplificate, in grado di spianare anche ai meno esperti la strada per un’analisi tecnica che risponda ai criteri di efficienza e precisione. Questo principio, per cui nessuno strumento basta a se stesso, riguarda in generale tutti gli elementi dell’analisi del trading, sia esso del Forex, azionario o, appunto, delle opzioni binarie.

ATR: l’indicatore perfetto per la volatilità?

atr

ATR è l’acronimo di Average True Range. E’ un indicatore deputato alla misurazione della volatilità, argomento che i trader delle opzioni binarie (come di qualsiasi altro mercato) non possono permettersi di trascurare.

Nonostante i messaggi pubblicitari suggeriscano diversamente, le speranze di profitto non vanno affidate a un sistema piuttosto che un altro, o esclusivamente a un robot. Bensì, alla propria attività di studio e analisi. La quale, appunto, ha tra gli oggetti d’indagine proprio la volatilità.

Petrolio: come sta andando il taglio della produzione?

Come sta andando il taglio della produzione di Petrolio? E’ una domanda che dovrebbero porsi i trader delle opzioni binarie, soprattutto coloro che tradano spesso con l’oro nero.

Negli ultimi mesi il petrolio è stato oggetto delle speculazioni degli analisti, nonché di incessanti negoziazioni: l’obiettivo dell’Opec era favorire una drastica riduzione della produzione in modo da riportare il prezzo del barile a un prezzo più consono.

A Vienna, dopo interminabili discussioni, era stato aggiunto un accordo. I paesi produttori di petrolio lo stanno onorando?

Analisi dei volumi: perché è utile, come eseguirla

L’analisi dei volumi è uno strumento molto utile. Consente, infatti, di recepire i segnali del mercato e di ottenere informazioni circa i movimenti che i prezzi compieranno in futuro. L’analisi dei volumi in alcuni casi è persino più efficace degli indicatori, nonostante una difficoltà d’utilizzo più elevata.

Il concetto di volume

Il volume corrisponde al valore totale degli scambi. Da un certo punto di vista, offre una panoramica dell’interesse che gli investitori provano per un dato asset, a prescindere dall’esistenza di un trend o dalla direzione di quest’ultimo.

Opzioni binarie e analisi grafica: info utili

Il trading delle opzioni binarie, per essere frequentato con profitto, impone un approccio che si fonda sullo studio e sull’analisi. Esistono svariate tipologie di analisi, ognuna delle quali prende in considerazione specifici elementi. Un tipo di analisi spesso trascurata ma che nella sua semplicità può dare tanto è l’analisi grafica.

Per analisi grafica si intende lo studio dei grafici allo scopo di individuare alcune conformazioni – appunto – di natura grafica specifiche e in grado di fornire segnali e dare indicazione sui futuri movimenti di prezzo.

Guida alle Bande di Bollinger

Le Bande di Bollinger costituiscono un indicatore molto utilizzato dai trader di ogni grado ed esperienza. Riescono a coniugare, infatti, una grande facilità di utilizzo con una certa affidabilità di fondo.

L’indicatore si chiama così in onore del suo ideatore, il trader John Bollinger, che qualche decennio fa ha messo a frutto il lavoro di un ricercatore basato sull’individuazione delle fasce di negoziazione intorno al prezzo corrente.

Le Bande di Bollinger sono valide anche se utilizzate da sole, tuttavia la loro efficacia aumenta notevolmente se impiegato in associazione a indicatori quali il MACD e lo stocastico.

Materie prime: il 2017 anno della svolta?

Il 2015 è stato l’anno nero delle commodity. L’anno successivo, ossia quello attuale, le materie prime hanno finalmente invertito la rotta, incamminandosi su un sentiero inizialmente moderatamente rialzista poi decisamente rialzista.

E’ sufficiente guardare alle vicissitudine del petrolio, che dopo il baratro, e grazie a un pesante taglio della produzione, è riuscito a risalire. Certo, vi è anche lo zampino della Cina, che ha stimolato nuovamente la domanda dopo un paio di anni caratterizzati da un atteggiamento più ambiguo.

Ad ogni modo, sarà il 2017 l’anno del boom delle materie prime. Ne è certo Goldman Sachs, che suggerisce, a breve, l’inizio di un forte ciclo rialzista. Una opinione, questa, che si è concretizzata nella decisione di stabilire il target a tre mesi sul 9%, il target a sei mesi sull’11%.

Banche centrali, meeting di dicembre: cosa devono aspettarsi i trader binari

Dicembre sarà un mese ricco di meeting delle banche centrali. I maggiori istituti finanziari continentali e nazionali saranno chiamati a decidere della politica monetaria, con pesanti ripercussioni – certo indirette, sulle attività di trading.

Chi investe nelle opzioni binarie e utilizza in particolar modo i sottostanti valutari dovrebbe prestare molta attenzione a quanto verrà deciso nelle riunioni. Ecco una previsione, meeting per meeting.

L’oro nel 2017: indicazioni per i trader delle opzioni binarie

L’oro, nonostante un’ascesa delle valute come merce di scambio, rappresenta ancora un oggetto di investimento molto apprezzato.

Non stupisce, quindi, che molti trader delle opzioni binarie lo utilizzino come sottostante. Negli ultimi mesi l’oro è stato al centro di un trend ribassista come raramente se ne sono visti nella sua storia recente.

Per quanto durerà questo processo di indebolimento? Il 2017 si prospetta un anno molto particolare in questo senso. Ecco qualche indicazione per i trader delle opzioni binarie e per chi, in generale, investe nel prezioso metallo.

Il prezzo del petrolio nell’era Trump: il parere degli analisti

La presidenza Trump rischia di mettere in discussione molte certezze e di dare il via a un nuovo corso economico e finanziario. E’ inevitabile: in questo processo verranno coinvolti anche i mercati. Anche perché le sue scelte segneranno una forte discontinuità con l’amministrazione Obama.

Lo scenario deve essere dunque valutato con attenzione dai trader, compresi quelle delle opzioni binarie: la politica trumpiana rischia di influenzare nettamente i prezzi di alcuni sottostanti frequentemente utilizzati. Uno su tutti, il petrolio. L’oro nero potrebbe intraprendere un percorso del tutto diverso da quello previsto, dal momento che le previsioni erano stato effettuate sulla base di una Hillary Clinton vincitrice.