AVVISO DI RISCHIO: IL VOSTRO CAPITALE POTREBBE ESSERE A RISCHIO

Aggiornamento Importante: Secondo la circolare CySEC C168 è fatto divieto ad ogni broker di promuovere Bonus sul deposito. Sulla scorta della nuova regolamentazione, ci teniamo a precisare che qualsiasi riferimento a bonus sul deposito all'interno delle pagine di questo blog non sono più da tenere in considerazione.

Deposito minimo: le offerte migliori dei broker

Scegliere un broker non è facile. Il mercato è pieno di intermediari onesti, sinceramente intenzionati a rendere agevola la vita dei trader, e altri che si pongono tutt’altro obiettivo. Anche quando ci si trova di fronte a un broker onesto, non è detto che sia quello che fa al caso nostro. Sono molti gli elementi che vanno considerati. Tra questi, spicca il deposito minimo.

Non basta scegliere l’intermediario che offre la cifra più bassa. La questione è più complessa e ha a che fare con altre problematiche. Ecco una panoramica sui depositi minimi, e sui broker che mettono a disposizione offerte molto convenienti.

Deposito minimo: perché è importante

Il deposito minimo è importante, in primo luogo, perché in qualche modo certifica l’altezza della barriera all’entrata. E’ il primo ostacolo che separa un aspirante trader dal mercato. E’ ovvio: un deposito minimo basso è alla portata della persona comune, di chi non è addetto ai lavori. Si può dire che la politica dei depositi dica molto sulla volontà dei broker di concedersi alle masse.

Ma il deposito minimo è importante anche per un altro motivo. Insieme a un altro elemento, il trade minimo, concorre a formare la base per qualsiasi ragionamento sul money management. Con trade minimo si intende la cifra più bassa che il trader deve impegnare per aprire una posizione e quindi investire. Se si pongono a rapporto matematico il trade minimo, al numeratore, e il deposito minimo, al denominatore, si ricava il numero di sconfitte consecutive che il trader può subire senza perdere totalmente il suo capitale.

Ecco, dunque, che ogni discorso sul deposito iniziale è inutile, se non si considerare anche il trade iniziale. E’ ovvio: è inutile un deposito minimo di 100 euro, se poi il trade minimo è di 50. In quel caso, non ci sarebbe quasi nessuno spazio per le perdite.

Broker con depositi bassi: una lista esaustiva

La media dei depositi minimi è 200 euro. E’ una cifra equa, se si considera che la media dei trade minimi è 10 euro. In questo caso, il trader può perdere anche 19 volte di fila e avere ancora “qualcosa da parte”.

Ad ogni modo, esistono alcune mosche bianche. Quella “più bianca” in assoluto è IqOption, un broker che offre la possibilità di aprire un conto con soli 10 euro di deposito minimo. Si passa poi ai broker che consentono di iniziare con 100 euro. Alcuni broker famosi con depositi di 100€ sono Bd Swiss, TopOptionBullBinary. Ovviamente, da questa breve lista sono stati esclusi tutti i broker poco affidabili perché sprovvisti di regolare licenza, e i broker in lingua straniera, sebbene regolamentati perché mancanti di supporto in lingua italiana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *