AVVISO DI RISCHIO: IL VOSTRO CAPITALE POTREBBE ESSERE A RISCHIO

Aggiornamento Importante: Secondo la circolare CySEC C168 è fatto divieto ad ogni broker di promuovere Bonus sul deposito. Sulla scorta della nuova regolamentazione, ci teniamo a precisare che qualsiasi riferimento a bonus sul deposito all'interno delle pagine di questo blog non sono più da tenere in considerazione.

I ritracciamenti di Fibonacci: Come tracciarli

ritracciamente fibonacci

I ritracciamenti di Fibonacci fanno parte di quegli indicatori tecnici più conosciuti dai traders, ma forse meno utilizzati di altri strumenti come il MACD, l’RSI, la media mobile o il Momentum.

I ritracciamenti di Fibonacci si tracciano inserendo nove intervalli orizzontali in riferimento ad un certo range di tempo.

I livelli sono così suddivisi:

Ritracciamenti:

0%
23.6%
38.2%
50%
61.8%
100%

Estensioni:

161.8%
261.8%
423.6%

Come tracciare i ritracciamenti di Fibonacci sul grafico

Per tracciare i ritracciamenti di Fibonacci ci servono due informazioni:

  • Definire un range di tempo
  • Individuare il minimo è il massimo del range

Come procedere

Bisogna in primo luogo definire il range di tempo che si vuole studiare, che siano pochi minuti, alcuni giorni o anche settimane, ed in secondo luogo individuare il minimo e il massimo di tale range.

Assegnare i 9 livelli non è generalmente un grosso problema, infatti, ogni livello viene calcolato automaticamente dal software di Analisi Tecnica che si utilizza, come la Metatrader. Ogni livello è rappresentato da una linea orizzontale per una facile visualizzazione.

Per assegnare i livelli (esempio su Metatrader), basta cliccare su inserisci – fibonacci – ritracciamenti. A questo punto portarsi nel punto di minimo del range selezionato, premere sul pulsante sinistro del mouse e senza rilasciarlo salire fino al punto di massimo. Al punto di minimo verrà assegnato il livello 0, mentre al punto di massimo verrà assegnato il livello 100.

Vediamo dal primo esempio grafico in basso che il range considerato parte dal 21 Aprile ore 11:00 e termina al 22 Aprile ore 19:00

Il minimo individuato è 1.3785, mentre il massimo è 1.3830

Clicca per ingrandire l’immagine

ritracciamenti_fibonacci_grafico_

Nel secondo esempio grafico, il range considerato è molto più ampio, parte dal 9 Gennaio 2014 e termina al 21 Aprile 2014.

Il minimo individuato è 1.3465, mentre il massimo è 1.3965

ritracciamenti_fibonacci

Nei due esempi sopra avrete notato che graficamente sono visualizzabili solo i primi 6 livelli

0%
23.6%
38.2%
50%
61.8%
100%

I primi 6 livelli, definiti anche ritracciamenti, sono tracciati all’interno del range 0,0% e 100%, mentre gli altri tre livelli, 161.8% – 261.8% – 423.6%, escono fuori dal range, ecco perché sono chiamati anche estensioni. Per la visualizzazione completa di tutti i livelli è sufficiente ampliare il raggio visivo come mostra lo screenshot in basso.

ritracciamenti_fibonacci_3

Perché sono importanti i ritracciamenti di Fibonacci?

Nell’analisi tecnica, i Ritracciamenti di Fibonacci individuano forti livelli di resistenza e supporto tecnico. Ogni livello indica appunto un supporto o una resistenza e perciò va monitorato con attenzione perché può fornire interessanti informazioni (soprattutto se associato ad altri indicatori), come ad esempio delle inversioni del trend.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *