AVVISO DI RISCHIO: IL VOSTRO CAPITALE POTREBBE ESSERE A RISCHIO

Aggiornamento Importante: Secondo la circolare CySEC C168 è fatto divieto ad ogni broker di promuovere Bonus sul deposito. Sulla scorta della nuova regolamentazione, ci teniamo a precisare che qualsiasi riferimento a bonus sul deposito all'interno delle pagine di questo blog non sono più da tenere in considerazione.

Opzioni Binarie, come trovare i segnali vincenti

segnali di trading

Il mondo delle opzioni binarie è molto più complesso di quanto suggerisca una certa vulgata, che le vedrebbe – erroneamente – come uno strumento di guadagno facile e sicuro. Le opzioni binarie rappresentano uno strumento di investimento come gli altri e in quanto tali espongono a svariati rischi.

In questo contesto, è necessario adottare delle strategie in grado di ridurre al minimo l’improvvisazione e improntare gli ordini su basi più scientifiche – o per lo meno razionali – possibili. Anche questo, tuttavia, non basta. Variare le strategie e gli approcci, per quanto difficile, è necessario.

Un aiuto in questo senso è fornito dai segnali, i quali consentono di mutare orientamento alle proprie operazioni, senza per questo avventurarsi in un lavoro di analisi e di pianificazione estraneo alle abitudini già consolidate.

La definizione di segnale

Cosa è un segnale? Con questo termine si fa riferimento a una indicazione precisa ed esplicita sull’operazione da compiere. Nel caso del trading binario vengono forniti l’asset sottostante, il tipo di opzione e la scadenza. Insomma, un pacchetto completo e utilizzabile nell’immediato. Tutto semplice, no? All’apparenza è proprio così (e spesso non solo all’apparenza), tuttavia va specificato che i segnali rappresentano una pericolosa arma a doppio taglio.

Il mito dell’infallibilità dei segnali è stato ormai ampiamente sfatato. Ciò non vuol dire che non siano utili, soprattutto se si utilizza un approccio attivo. Il concetto è semplice: è bene sfruttare i segnali non solo come “pacchetto di indicazione” ma anche come materiale per falsificare o confermare le proprie strategie.

Verificare i segnali

In questa prospettiva, è sufficiente sovrapporre le evidenze preconfezionate dei segnali con quelle, frutto di analisi e di duro lavoro, ricavate dalle proprie strategie. Ovviamente i segnali possono essere utilizzati nel modo consueto. In questo caso, è necessario procedere con un’accurata selezione dei segnali. E’ bene prendere in considerazione solo quelli a pagamento, anche perché se sono gratis – a meno che dietro non ci sia una promozione – vuol dire che sono stati generati attraverso un software, un algoritmo. Per quanto l’ideale “scientifico” sia profittevole, è sovrastimato: per sopravvivere nel trading occorre avere un grande senso di interpretazione, che è proprio dell’uomo e non delle macchine.

E’ necessario, inoltre, verificare la fonte dei segnali. Chi li ha generati? Ovviamente, più il trader è esperto – e magari famoso – meglio è. In questo caso i segnali sono affidabili, sebbene non efficaci come dovrebbero: sono in differita, qualcuno ha utilizzato quelle indicazioni prima del trader.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *