AVVISO DI RISCHIO: IL VOSTRO CAPITALE POTREBBE ESSERE A RISCHIO

Aggiornamento Importante: Secondo la circolare CySEC C168 è fatto divieto ad ogni broker di promuovere Bonus sul deposito. Sulla scorta della nuova regolamentazione, ci teniamo a precisare che qualsiasi riferimento a bonus sul deposito all'interno delle pagine di questo blog non sono più da tenere in considerazione.

Opzioni binarie: i tre migliori indicatori per l’analisi tecnica

L’analisi tecnica rappresenta una risorsa importantissima per i trader, siano questi del forex, del mercato azionario e di opzioni binario. Grazie all’analisi tecnica, infatti, è possibile comprendere lo stato del mercato e prevederne quindi i destini nel breve termine o nel medio termine.

Ovviamente occorre conoscere le dinamiche dell’analisi tecnica e soprattutto avere una infarinatura dei principali indicatori, che poi ne rappresentano la materia prima.

Esistono decine di indicatori, alcuni però sono particolarmente utilizzati perché in grado di lanciare segnali affidabili e in un modo accessibile ai più. Ecco la top 3 degli indicatori dell’analisi tecnica, utilizzabili anche da chi trada con le opzioni binarie.

I tre indicatori

Uno degli indicatori di analisi tecnica più apprezzati è l’indicatore “Bande di Bollinger“. E’ molto utilizzato per via della sua affidabilità e accessibilità. Si compone di tre linee. La prima risulta da una media mobile veloce, la seconda da una media mobile lenta. C’è anche una terza, che comprare tra le prime due, e che viene ricavato eseguendo una semplice differenza. Si ricava il segnale quando l’asset va oltre la media mobile più alta o la media mobile più bassa. Nel primo caso, è in atto una situazione di iper comprato. Nel secondo caso, di iper venduto.

Un secondo indicatore molto preso in considerazione è l’Rsi, per esteso Relative Strenght Index. Questo indicatore ha uno scopo: informare sulle eventuali situazioni di iper comprato e di iper venduto, dunque da questo punto di vista si può notare una certa somiglianza con le Bande di Bollinger. L’unico elemento di discontinuità è rappresentato dalla grafica: l’RSI è rappresentato da una sola linea, che corrisponde a un valore da 0 a 100. Quando l’indicatore restituisce un valore a o a 30, si parla di iper venduto, quando restituisce un valore da 70 a 100, si parla di iper comprato.

Infine, tra i migliori indicatori per le opzioni binarie figura il MACD (Mobile Average Convergence Divergence). L’elemento fondamentale è costituito dalle medie mobili, che son due: la prima è veloce, la seconda è lenta. I segnali si ricevono quando le due linee si toccano e non quando coinvolgono il prezzo. Nello specifico, se la media mobile lenta entra in contatto con un movimento dall’alto verso il basso la linea mobile veloce, siamo di fronte a un segnale rialzista. Quando si toccano dal basso verso l’alto, siamo di fronte a un segnale ribassista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *