AVVISO DI RISCHIO: IL VOSTRO CAPITALE POTREBBE ESSERE A RISCHIO

Aggiornamento Importante: Secondo la circolare CySEC C168 è fatto divieto ad ogni broker di promuovere Bonus sul deposito. Sulla scorta della nuova regolamentazione, ci teniamo a precisare che qualsiasi riferimento a bonus sul deposito all'interno delle pagine di questo blog non sono più da tenere in considerazione.

Opzioni Binarie: le conseguenze del Piano Draghi

Durante la conferenza del 10 marzo, Mario Draghi, governatore della Bce, ha annunciato nuove e pesanti misure per rimettere in moto la crescita nell’Eurozona e allontanare lo spettro della deflazione, la quale avrebbe effetti devastanti su un’economia in lenta ripresa.

Queste misure, che vanno in una direzione ultra-espansiva, promettono di inondare il mercato di liquidità e di intervenire massicciamente sul comportamento della banche. Visti i presupposti, è legittimo pensare a un impatto notevole anche sul trading. Cosa si può dire circa le opzioni binarie? Quali sono le prospettive?

Piano Draghi: le misure nel dettaglio

Gli obiettivi che Mario Draghi, e più in generale la Bce (nonostante il solito parere negativo dei falchi tedeschi), si erano prefissati erano due in particolare. Da un lato sostenere la crescita, immettendo liquidità nel sistema e avvicinando i creditori al tessuto imprenditoriale, quindi all’economia reale. Dall’altro lato, evitare la deflazione e, anzi, portare l’inflazione al target del 2%. Se i prezzi scendono, a giovarne non è nessuno (a parte le casalinghe), perché gli investimenti si riducono e l’economia si blocca.

In buona sostanza, Mario Draghi ha programmato un aumento del Quantitative Easing: la Bce ora acquisterà anche i titoli di debito aziendali e immetterà nel mercato qualcosa come 80 miliardi di euro al mese. Ha inoltre abbassato tutti i tassi: quelli di riferimento sono a zero, quelli per il deposito sono negativi: le banche che parcheggeranno liquidità senza utilizzarla pagheranno una vera e propria tassa. Infine, ha ammorbidito ulteriormente i tassi per i prestiti che verranno utilizzati dalle banche per finanziare imprese e famiglie.

Opzioni Binarie: sconvolgimenti in arrivo?

Le conseguenze più importanti riguarderanno il mercato valutario. In parole povere: l’euro si indebolirà. Non è una questione di sentiment, o non totalmente. Se in un sistema la massa monetaria di una valuta aumenta, diminuisce il suo valore. Il calo, però, dovrebbe essere graduale, a meno che gli investitori non decidano di “scontarlo” subito. E’ una evenienza che per adesso non si è verificata.

La prospettiva, tuttavia, è quasi certa: l’Eur/Usd scenderà. Di quanto non è dato sapere, sebbene siano veramente pochi gli analisti che pensano a una parità tra la moneta unica e il biglietto verde.

Sul fronte delle azioni bancarie, il panorama è assai più incerto. Le misure di Draghi danno e tolgono. Offrono liquidità a tasso zero e impongono penali a chi non investe, anche in modo rischioso. La sensazione è che il mercato si farà trascinare dall’emozione, come si è visto nella giornata successiva alla conferenza: dopo qualche ora all’insegna dello smarrimento, le azioni bancarie hanno spiccato il volo.

Sul piano delle commodity, la partita è aperta. Occhio però ai beni rifugio, come l’oro. Se le misure di Draghi dovessero innescare una guerra di valute, gli investitori potrebbero rifugiarsi nel metallo giallo, causando una risalita dei prezzi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *