AVVISO DI RISCHIO: IL VOSTRO CAPITALE POTREBBE ESSERE A RISCHIO

Aggiornamento Importante: Secondo la circolare CySEC C168 è fatto divieto ad ogni broker di promuovere Bonus sul deposito. Sulla scorta della nuova regolamentazione, ci teniamo a precisare che qualsiasi riferimento a bonus sul deposito all'interno delle pagine di questo blog non sono più da tenere in considerazione.

Opzioni binarie: le conseguenze dell’assenza di stop loss e take profit

opzioni 60 secondi

I mercati “classici”, quello delle valute, delle azioni, degli indici, delle commodity etc, sono regolati da meccanismi di salvaguardia che consentono ai trader di limitare le perdite o di mettere in cassaforte i guadagni. I due strumenti principali sono lo stop loss e il take profit.

Sono due ordini preimpostati che ratificano la chiusura dell’operazione al raggiungimento di un dato prezzo. Nel primo caso, l’obiettivo è limitare una perdita; nel secondo caso è preservare un profitto, prima che il mercato diventi sfavorevole. Purtroppo queste dinamiche sono avulse dal trading delle opzioni binarie. Nel trading binarie stop loss e take profit, molto semplicemente, non esistono. Ecco perché, e quali conseguenze ciò provoca dal punto di vista economico.

La mancanza dello stop loss

La mancanza dello stop loss si traduce nell’impossibilità di chiudere le operazioni prima della loro scadenza naturale, sia automaticamente che manualmente. La conseguenza è evidente: non è possibile evitare in alcun modo le perdite, ne tanto meno contenerle. Lo stesso vale per il take profit: se l’opzione binaria risulta vincente per un certo periodo di tempo ma poi il mercato inverte la sua direzione, il trader non ha alcuna possibilità di chiudere e portare a casa il risultato. Il motivo di queste assenze ha a che fare con il meccanismo alla base: il rendimento è fisso, dunque non si guadagna con il surplus. Semplicemente, si investe su un evento, che deve accadere entro una data ora.

Le alternative

Stop loss e take profit non esistono, ma alcuni broker, attenti alle esigenze dei trader e intenzionati a offrire una possibilità in più (e concretizzare un vantaggio competitivo nei confronti della concorrenza) hanno inserito alcuni strumenti in grado di sopperire, seppure in forma limitata, a queste importanti assenze. Questi strumenti prendono il nome di Roll Forward e Take Proft. Quest’ultimo, nonostante l’evidente caso di omonimia, non ha nulla a che fare con il take profit classico.

Per Roll Forward si intende la possibilità di chiudere anticipatamente una opzione binaria. La scelta può avvenire per due motivi: o si sta perdendo, e quindi l’intento è limitare le perite. O si sta guadagnando, e l’intento è preservare il guadagno prima di una virata del mercato, a questo punto giudicata probabile.

Per Take Profit si intende la possibilità di posticipare la scadenza. La scelta avviene nel caso in cui l’opzione stia per risultare perdente, ma si intende darle comunque un’altra chanche.

In entrambi i casi, i broker impongono penalità più o meno rilevanti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *