AVVISO DI RISCHIO: IL VOSTRO CAPITALE POTREBBE ESSERE A RISCHIO

Aggiornamento Importante: Secondo la circolare CySEC C168 è fatto divieto ad ogni broker di promuovere Bonus sul deposito. Sulla scorta della nuova regolamentazione, ci teniamo a precisare che qualsiasi riferimento a bonus sul deposito all'interno delle pagine di questo blog non sono più da tenere in considerazione.

Semplice strategia per opzioni binarie con media mobile

strategia semplice

Oggi vi mostro una strategia di facile applicazione, ma non banale nei risultati. Prima di andare a fondo della questione è bene fare una premessa.

La riflessione da cui partiamo è la seguente : è del tutto inutile cercare di prevedere dove andrà il mercato.

L’ affermazione è forte, e non del tutto corretta, un investitore che basa le proprie decisioni di trading sull’ analisi fondamentale saprebbe sicuramente controbattere. Però è vera per noi, e questo è l’importante.

Diciamocelo chiaramente, apparteniamo a trader retail, e per definizione, il nostro capitale di partenza è poco. Attenzione, poco non significa che per noi non sia importante, ma è un poco relativo nei confronti degli istituzionali.

Inoltre vorrei sottolineare che il fatto di appartenere ai retail, non significa non essere degli ottimi trader. Semplicemente questa distinzione va fatta, perché la maggior parte di noi non può permettersi di basare le proprie operazioni su analisi fondamentali, non siamo in grado di sopportare ampie oscillazioni del mercato e non ci soddisfa dopo anni ottenere un ritorno di qualche decina di punto percentuale.

Il nostro obiettivo deve essere ragionevole, ma non può essere quello di chi investe centinaia di migliaia di euro o ancora di più.

Con questo non invito nessuno a perseguire performance a tripla cifra in tempi rapidi, quello che sostengo però è : deve valerne la pena.

A fronte di queste considerazioni, l’ affermazione : è del tutto inutile cercare di prevedere dove andrà il mercato assume un senso. Nel breve periodo l’ 80 % del movimento è casuale. Il nostro obiettivo deve essere piuttosto cercare di trovare un ordine alla casualità, o quanto meno, sfruttare il movimento del prezzo, a prescindere dal movimento stesso.

Ecco allora che insieme cerchiamo delle strategie funzionali, che a ben vedere non sono altro che delle regole fittizie che regolano le nostre azioni.

Risulta abbastanza inutile quindi complicarsi la vita con setup astrusi e complicati, avevamo parlato di come costruire una strategia  QUI

Partendo da quelle basi, diamo vita ad una strategia semplice.

Ecco i principi da cui partiamo :

  • Quanto tempo ho a disposizione?

È importante porsi questa domanda, a volte vedo statement da capogiro che però hanno una quantità di operazioni giornaliere inimmaginabile per chi ha qualche altro tipo di impegno nella vita, le soluzioni sono due : affidarsi ad un robot oppure cercare un metodo di trading che si adegui alle proprie esigenze.

La prima considerazione che facciamo è quindi : ho poco tempo.

  • Quando il mercato è più prevedibile?

Ma come? Non abbiamo appena deciso che il mercato non è prevedibile? Esatto, tuttavia noi dobbiamo tentare di trovare un ordine a ciò che apparentemente ordine non ha, la risposta più ovvia a questa domanda è : quando un mercato è in TREND.

  • Quando un mercato è in trend?

La naturale domanda che ci poniamo dopo il punto precedente è : come faccio a capire che il mercato è in trend? Ovviamente se avessimo una risposta certa, saremmo tutti trader profittevoli, tuttavia possiamo impegnarci a trovare una condizione sufficientemente chiara che ci permetta di individuare un trend. Questa fase è anche detta fase filtro, infatti, se la condizione sussiste possiamo aprire operazioni, altrimenti siamo “bloccati”.

Dunque, l’ indicatore che ci guida più di ogni altro nell’ individuazione di un trend è la media mobile, ne avevo discusso QUI definendola appunto “bussola dei mercati”:

Quindi, prendiamo una media mobile a 50 periodi e valutiamo : se il prezzo è sotto la media allora siamo in presenza di un trend ribassista, al contrario il trend sarà rialzista. SBAGLIATO.

Purtroppo non è così semplice, esistono le fasi di range dove la media non funziona, inoltre essendo la media un indicatore leading, ovvero che prende forma in ritardo rispetto al prezzo, ci troveremmo in difficoltà a inizio e fine trend.

Per trovare una soluzione, o meglio, per affinare la precisione, possiamo servirci di altre medie mobili, se noi disegniamo sul grafico 3 medie diverse, una lenta (50) una media (20) e una veloce (7), otterremo qualche indicazione in più, ecco la regola :

Un mercato è in trend, solo quando le medie sono tutte e tre orientate nella stessa direzione e appaiono in ordine di periodo.

In altre parole, le tre medie devono puntare tutte a rialzo o tutte a ribasso e quella a 7 periodi deve essere più vicina al prezzo, seguita da quella a 20 e infine a quelle a 50.

1

2

  • Come facciamo a sfruttare il trend?

Siamo arrivati all’ ultima grande domanda : ora che abbiamo individuato il trend, come facciamo a sfuttarlo?

Rispondiamo con un’altra domanda : che cosa fa il mercato quando si trova in trend? Si muove in una direzione, e come fa a muoversi in una direzione? Ci sono due modi: o i movimenti in una direzione sono molto più ampi che in quella opposta, oppure si muove per più frequentemente in una direzione rispetto all’ altra. Il nostro tentativo è proprio quello di sfruttare questa seconda considerazione.

Se i movimenti in una direzione sono più frequenti, ci basterà investire in modo iterato in quella direzione. In fondo a noi interessa vincere più volte di quelle che perdiamo.

Ecco allora la regola :

Se ci troviamo in presenza di un trend, investiamo ogni giorno sulla direzione del movimento se il giorno prima il movimento è stato confermativo del trend.

In altre parole : se ci troviamo in presenza di un trend ribassita e oggi la candela è stata ribassista, allora domani investiamo a ribasso. E così faremo dopo domani, fino ad incontrare una perdita, ovvero una candela rialzista. A quel punto attenderemo il riallineamento delle medie e una candela ribassista.

Ovviamente vale anche al contrario.

Confusi? Vediamo un esempio.

3

 

In questo grafico, notiamo che avremmo aperto 11 operazioni, vincendone 8 e perdendone 3.

Calcolando un payoff medio del 75% e un investimento unitario avremmo perso 3 e guadagnato 6. Un profit factor pari a 2.

Come vedete la strategia è semplice ma funziona, la raccomandazione è sempre quella di testare la strategia e avanzare le vostre considerazioni personali. Trovate i vostri parametri ideali. Se ne trovate di più funzionali condivideteli con noi con un commento.

Alla prossima.

 

6 Responses to Semplice strategia per opzioni binarie con media mobile

  1. ALBERTO ha detto:

    Buongiorno, la strategia è molto interessante e Vi ringrazio per il prezioso suggerimento…..Vi chiedo solamente un suggerimento su come impostare la scadenza giornaliera del Trade a inizio giornata perchè, a quanto pare, i Broker permettono impostazioni di scadenza di breve termine, max 2-3 ore o al max mensile….io opero con 24 option e con Topoption.

    Grazie mille.

    AF

  2. Roby ha detto:

    Ciao Vale innanzitutto i miei complimenti per l’ottimo lavoro che svolgete e le spiegazioni sempre molto realistiche e precise!Avrei qualche domanda da porti su questa strategia premettendo che sono un fautore delle 2/3 operazioni al giorno(cercherò di non divagare troppo):
    1-come vedi questa strategia su H1?
    2-potrebbe essere un ottima strategia con scadenze orarie;dove effettuare la prima operazione alla rottura e quando le medie sono ordinate dopo la prima candela in direZione delle medie e la seconda attendere il pullback con stocastico incrociato in ipervenduto/ipercomprato(ecco magari scendere su tf 30min per questa seconda operazione ed effettuare sempre operazione oraria)
    3-le notizie macroeconomiche potrebbero influenzare troppo la nostra operatività?

    Ti ringrazio in anticipo
    Roberto

  3. Alessandro ha detto:

    Io sono un novellino e operò con Topoption,che non mi da la possibilità di usare il giornaliero,quindi deduco che devo cambiare piattaforma!!!!
    Comunque volevo ringraziarvi perché mi state aiutando tantissimo con il vostro sito

  4. Alessandro ha detto:

    Io come strategia sto usando lo stocastico e l RSI in iper e il prezzo quando tocca la banda di Bollinger, posso aggiungere qualcos’altro per confermare di più i segnali?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *