AVVISO DI RISCHIO: IL VOSTRO CAPITALE POTREBBE ESSERE A RISCHIO

Aggiornamento Importante: Secondo la circolare CySEC C168 è fatto divieto ad ogni broker di promuovere Bonus sul deposito. Sulla scorta della nuova regolamentazione, ci teniamo a precisare che qualsiasi riferimento a bonus sul deposito all'interno delle pagine di questo blog non sono più da tenere in considerazione.

Cosa sono le opzioni classiche?

opzioni binarie classiche

Le opzioni binarie sono uno strumento di investimento speculativo che con il tempo, nonostante lo scetticismo e un meccanismo certamente sui generis, hanno acquisito una certa dignità. Chi pensa al trading binario come una “invenzione ex novo” degli ultimi anni, creata a uso e consumo degli investitori retail e della gente comune, si sbaglia.

Le opzioni binarie, infatti, sono frutto di un processo di trasformazione. Anzi, di semplificazione. I “genitori” delle opzioni binarie, o il loro fratello maggiore che dir si voglia, sono le opzioni classiche. Queste sono ovviamente ancora in circolazione e godono di un mercato ben frequentato è molto liquido. Sono però più complesse, quindi è raro, molto raro, che un broker “binario” qualsiasi le metta a disposizione degli utenti.

Vanno tuttavia conosciute poiché il passaggio alle opzioni classiche è sempre possibile, soprattutto se è stata accumulata abbastanza esperienza per tentare una sorta di processo evolutivo.

Opzioni classiche definizione

Le opzioni classiche sono degli strumenti speculativi simili alle binarie che, in aggiunta, offrono svariate possibilità. Se nelle opzioni binarie, come rivela il loro stesso nome, l’utente può puntate su un avvenimento a “due alternative”, chi trada con le opzioni classiche ha un margine di azione molto più elevato.

Nello specifico, l’investimento sulle opzioni classiche consente di guadagnare quando la previsione si avvera (come nel trading binario), può guadagnare scambiando l’asset proprio come se fosse un asset a se stante. Può infine, ritirarsi e godere del profitto prima che il trade raggiunga il termine di scadenza.

Opzioni classiche e binarie: altre differenze

Come già accennato, la differenza più importante riguarda il numero di possibilità, che nelle classiche è molto più alto. Un vantaggio da prendere seriamente in considerazione, però, sta nella redditività. Nelle opzioni binarie, il rendimento è stabilito a priori del broker e tale rimane. Nelle opzioni binarie, a decidere è il mercato.

Non solo, è potenzialmente illimitato. Il rendimento, infatti, è influenzato pesantemente dalle performance. Se per esempio si investe su un aumento del prezzo, il rendimento finale sarà direttamente proporzionale all’entità dell’aumento.

Fin qui, tutto bene. Ovviamente c’è un ma. Lo svantaggio più grande consiste nella complessità. Le variabili in gioco sono molte, il meccanismo trascende quello semplice e intuitivo delle opzioni binarie classiche. Queste, infatti, possono equiparate, in quanto a difficoltà di approccio, a qualsiasi altro mercato (Forex, azionario, obbligazionario, delle commodity etc.). Vanno quindi prese con le pinze, e arrivarci dopo tanta esperienza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *