AVVISO DI RISCHIO: IL VOSTRO CAPITALE POTREBBE ESSERE A RISCHIO

Aggiornamento Importante: Secondo la circolare CySEC C168 è fatto divieto ad ogni broker di promuovere Bonus sul deposito. Sulla scorta della nuova regolamentazione, ci teniamo a precisare che qualsiasi riferimento a bonus sul deposito all'interno delle pagine di questo blog non sono più da tenere in considerazione.

Cysec: giro di vite sui broker truffatori

Il panorama dei broker di opzioni binarie presenta alcuni elementi critici in grado di minare la credibilità dell’intero comparto. Uno dei problemi è sicuramente la presenza – e l’attivismo, purtroppo – di broker non sicuri, che in alcuni casi remano dalla parte opposta a quella del trader, che non offrono garanzie e anzi ostacolano la produzione del profitto.

Sono i classici broker che investono più in pubblicità che sui servizi. Questo problema è esacerbato da un’altra criticità, che riguarda invece una delle istituzioni più importanti del trading: la Cysec, l’ente regolatore che riunisce molti broker. La Cysec non si è mai distinta per dinamismo, anzi, ha spesso dimostrato di non essere all’altezza di contenere l’ondata di truffe, di intervenire tempestivamente, di neutralizzare i comportamenti negativi.

La svolta della CySec

Questo atteggiamento, molto lavativo e a tratti sconsiderato, è responsabile della percezione negativa attorno all’ente, che è cresciuta nel corso degli anni. Una percezione, però, che potrebbe cambiare, anche perché la Cysec si è resa recentemente autrice di una svolta, come minimo formale.

L’organizzazione cipriota ha varato delle sanzioni importanti nei confronti di alcuni broker. A tal proposito è stata stilata una sorta di lista nera, in modo da non colpire nel mucchio e di agire in modo deciso e determinato nei confronti di chi effettivamente se lo merita. Basterà a risolvere un problema che assilla il trading nella sua interezza? Contribuirà ad innalzare il livello dei servizi per i trader?

Le conseguenze della decisione della Cysec

Queste domande troveranno una risposta tra un po’ di tempo, quando le sanzioni sortiranno il loro effetto. Nel frattempo, gli analisti si stanno sbizzarrendo con i commenti, e stanno cercando di interpretare il gesto dell’ente cipriota, di indagarne le vere intenzioni. A dire il vero, le reazioni non sono state positive. Di gran lunga più numerose delle altre, sono quelle scettiche. Da questo punto di vista il Financial Times, che ha dedicato un lungo articolo sulla vicenda, utilizzando toni pesantemente canzonatori.

C’è un elemento che non gioca a favore della Cysec. In concomitanza della decisione sulle sanzioni, ne è stata presa un’altra, di diverso tipo: l’apertura di un intero dipartimento dedicato alle pubbliche relazioni. Ciò rivela la preoccupazione non tanto per il problema delle truffe, quanto per l’immagine che riesce a dare nei confronti del pubblico. Proprio questo particolare è stato ripreso dai giornali, ed è stato collegato con la stretta sui broker truffatori. Insomma, la mossa è stata interpretata come un tentativo per recuperare la credibilità persa (o mai avuta).

Qualunque siano le motivazioni, per stare tranquilli e sicuri, è sempre bene scegliere solo broker autorizzati, come quelli che vengono elencati in questa lista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *