AVVISO DI RISCHIO: IL VOSTRO CAPITALE POTREBBE ESSERE A RISCHIO

Aggiornamento Importante: Secondo la circolare CySEC C168 è fatto divieto ad ogni broker di promuovere Bonus sul deposito. Sulla scorta della nuova regolamentazione, ci teniamo a precisare che qualsiasi riferimento a bonus sul deposito all'interno delle pagine di questo blog non sono più da tenere in considerazione.

Opzioni binarie: i conti demo sono davvero utili?

Il trader, persino quello delle opzioni binarie, tacciato ingiustamente di eccessiva semplicità, è chiamato a intraprendere un percorso di formazione prima di iniziare la sua carriera nel mercato vero e proprio. Un percorso che, in verità, non finisce mai e prosegue con il costante aggiornamento. Il problema più grande che i neofiti e gli aspiranti investitori sono costretti ad affrontare riguarda la pratica.

Come fare pratica senza perdere il proprio capitale? Anche ai non addetti ai lavori apparirebbe avventato spendere denaro vero per investire, se non lo si è mai fatto. La risposta a questo interrogativo è una sola: il conto demo. 

I benefici del conto demo

I conti demo rappresentano una delle “invenzioni” migliori che i broker hanno partorito negli ultimi anni. Sono uno strumento utile ai trader, che hanno a disposizione un formidabile strumento di formazione, e ai broker, che possono accedere a un bacino di utenti che in passato era escluso dal trading.

Per conto demo si definisce un particolare tipo di account che consente agli iscritti di tradare sul mercato vero ma utilizzando del denaro finto al posto del denaro reale. L’utilità è palese: farsi le ossa… Senza rompersele. Anche perché questi account, in genere, offrono tutte le funzioni dei conti reali. Insomma, detta così sembrerebbe uno strumento perfetto, privo di difetti. Purtroppo i limiti ci sono, e sono anche pesanti.

I difetti del conto demo

I difetti principali del conto demo sono due. Il primo è in verità emendabile, perché dipende dalla politica dei prezzi e dei costi stabilita dei broker che, sotto questo punto di vista, un po’ inconsapevolmente, fanno cartello, offrendo tutti lo stesso approccio. Il problema risiede nel fatto che il conto demo nella stragrande maggioranza dei casi non è affatto gratis. I broker prima richiedono l’iscrizioni al conto reale e poi rilasciano la versione demo, che è a tempo. Un modo per evitare che il trader una volta utilizzato la demo abbandoni la partita, ma che un deterrente importanti per chi vorrebbe avvicinarsi senza impegno.

Il secondo difetto purtroppo non è emendabile. C’è un insegnamento che nessun conto demo riuscirà mai a impartire: la gestione dell’emotività. Semplicemente, in questi casi, l’elemento emotivo è praticamente assente. Non c’è nulla in ballo, non ci sono rischi. Dunque, non c’è la paura, lo stress, l’euforia. Tutti sentimenti, questi, che il trader dovrà imparare a gestire sul campo, nelle situazioni più rischiose.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *