AVVISO DI RISCHIO: IL VOSTRO CAPITALE POTREBBE ESSERE A RISCHIO

Aggiornamento Importante: Secondo la circolare CySEC C168 è fatto divieto ad ogni broker di promuovere Bonus sul deposito. Sulla scorta della nuova regolamentazione, ci teniamo a precisare che qualsiasi riferimento a bonus sul deposito all'interno delle pagine di questo blog non sono più da tenere in considerazione.

Quando è meglio evitare di fare trading con le opzioni binarie

evitare opzioni binarie

Il trading con le opzioni binarie può essere eccitante e può avere grandi prospettive, ma la domanda che bisogna chiedersi è la seguente: è uno strumento universale? Va bene con qualsiasi sottostante? Posso fare trading con le opzioni binarie sempre e comunque?

Le opzioni binarie sono un tipo di strumento che si basa sulla corretta previsione della direzione dei prezzi e dei relativi obiettivi e scadenze. Se si tenta di negoziare le opzioni binarie in momenti in cui diventa difficile o impossibile decifrare le indicazioni del prezzo, allora non si sta più facendo trading ma piuttosto ci si sta cimentando in qualcosa di simile al giocare con la sorte.

Qui di seguito ci sono alcune delle situazioni e alcune condizioni in presenza delle quali il mio consiglio è di non utilizzare le opzioni binarie, a meno che non vogliate perdere soldi. Ma non credo!

1) Durante il rilascio delle news

Molto è stato detto a proposito del trading sulle news e l’estrema volatilità che può seguire questi eventi. Nessuno può dire con certezza quale sarà la risposta del mercato ad una notizia. Ci sono state occasioni in cui la notizia sembrava indicare una direzione, per poi assistere il mercato ad una reazione completamente opposta della normale logica.

E’ la natura delle notizie nel trading, può avere i suoi aspetti positivi, ma il consiglio è semplice, evitate di provare ad acquistare un contratto di opzioni binarie quando una notizia sta per uscire, il motivo è ovvio, questo non è trading, o meglio, non è il tipo di trading che ci piace!

2) Sulle coppie CHF

Molti broker binari hanno tolto le coppie con CHF dalle loro piattaforme di trading, ma alcuni di loro le hanno lasciate lì come una trappola per i traders che vogliono osare l’EUR/CHF, a partire dal 6 settembre 2011, questo cambio è semplicemente troppo controllato dalla Banca Nazionale Svizzera (BNS).

Anche se durante il 2013/2014 ci sono stati segni di rilascio, anche senza supervisione effettiva dalla BNS, rimane comunque un cambio frenetico dove gli operatori buttano il sasso e nascondono la mano, nessuno osa a fidarsi e investire con regolarità. Con queste premesse, è davvero rischioso assumere posizioni sulle coppie CHF, in particolare in coppia con l’ Euro. Gli interventi dall’ alto sono eventi a sorpresa e possono essere molto dolorosi se in quel momento ci si trova dalla parte sbagliata.

3) I cambi con lo Yen

L’economia giapponese dipende da una debolezza dello yen, in questo modo mirano a vendere i propri prodotti a buon mercato ai vari partner commerciali. Un forte Yen certo non dà alla Banca del Giappone molta tranquillità, fino a qualche anno fa la BOJ e i suoi protagonisti sono stati più conservatori negli interventi rispetto ad altre banche del modo, (vedi la banca svizzera), hanno fatto due operazioni imporatanti nel 2011 e poi ancora nel 2013, tuttavia il mercato si trova in una condizione di indecisione, i trend partono veloci e i range arrivano quando meno te lo aspetti. Per me questa è troppa confusione, certo, dipende sempre dal vostro time frame di riferimento, ma occhio a questi cambi così imprevedibili e dai movimenti bruschi.

4) Orari marginali

Questo punto quattro dipende strettamente dal vostro modo di operare, se siete dei traders di ampio respiro, che quindi impostate scadenze oltre il giorno, allora questo consiglio potete saltarlo, ma se invece siete operatori che basano la propria operarività sull’ intraday, allora dovete prestare attenzione, perché cadere in questa trappola è uno degli errori più frequenti e banali che è possibile commettere.

A cosa mi sto riferendo? All’ acquisto di opzioni durante orari marginali della giornata. Comprare un opzione a scadenza oraria o 15 minuti alle 18:00 di sera, equivale al punto 1, cioè giocare con la sorte, a parte rare occasioni, a quell’ora il mercato non risponde più in modo preciso ai vari segnali che possiamo individuare, ad esempio supporti/resistenze o livelli di ipercomprato/ipervenduto. In realtà vedremo delle piccole reazioni che però non saranno sufficienti a soddisfare le esigenze del trading con le opzioni binarie.

5) Investire sulle correlazioni

Lo sappiamo tutti, le correlazioni non sono una scienza esatta, ma esistono, ed è bene tenerne conto quando siamo davanti al nostro broker pronti a cliccare su acquista. E’ sufficiente una rapida ricerca su google per trovare molti portali che mettono a disposizione indici di correlazione fra cambi.

Quello che voglio dire è che se acquistiamo un opzione su un determinato cambio è bene evitare di acquistarne una del tutto simile in un suo strumento strettamente o inversamente correlato. Ad esempio se acquistiamo un’ opzione CALL su EUR/USD a scadenza oraria, è perfettamente inutile andare ad acquistare un opzione binaria PUT su USD/CHF, che sappiamo notoriamente essere correlato in modo inverso rispetto all’ eurodollaro, così facendo infatti, andremmo soltanto ad aumentare il rischio complessivo della nostra operatività.

In conclusione

Il trading, come in tante attività della vita, richiede una certa dose di buon senso. Non c’è saggezza nel mettere soldi in operazioni che comportano un rischio maggiore a quanto strettamente necessario. Ci sono molte altre attività e sottostanti che possono essere negoziati comodamente durante questi momenti elencati sopra, anche questi dettagli, se pur banali, fanno la differenza in quel famoso 95% di gente che perde e 5% di traders che guadagnano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *