AVVISO DI RISCHIO: IL VOSTRO CAPITALE POTREBBE ESSERE A RISCHIO

Aggiornamento Importante: Secondo la circolare CySEC C168 è fatto divieto ad ogni broker di promuovere Bonus sul deposito. Sulla scorta della nuova regolamentazione, ci teniamo a precisare che qualsiasi riferimento a bonus sul deposito all'interno delle pagine di questo blog non sono più da tenere in considerazione.

Strategia consigliata a 5 minuti di James Stanley

strategia James Stanley

Strategia di breve termine per opzioni binarie

Costruire una strategia a breve termine presenta una serie di sfide che la maggior parte dei traders, soprattutto quelli nuovi all’ ambiente, semplicemente non possono superare. I prezzi si muovono in fretta, e quando si utilizza la leva finanziaria, le perdite possono crescere ancora più velocemente.

Il futuro è altrettanto imprevedibile se si sta guardando un grafico a 5 minuti con l’estensione di un giorno; così la gestione del rischio è una necessità a prescindere dal periodo temporale o periodo di espirazione dell’opzione.

Con questa premessa andiamo oggi ad analizzare una strategia di breve termine sviluppata negli ultimi anni da James Stanley e diventata ormai una delle più apprezzate e utilizzate dai professionisti del trading intraday.

 

Come impostare la strategia a 5 minuti di James Stanley

  • Broker consigliato

Per ottenere il massimo rendimento dalla strategia, è importante utilizzare un broker che abbia ottimi payout per opzioni con scadenze a 5 minuti.

Di solito, preferiamo utilizzare 24option, semplicemente la migliore piattaforma per le nostre attività, ma in questo caso ci permettiamo di suggerirvi OptionBit perché più remunerativo sulle opzioni di breve scadenza.

Per la precisione, OptionBit consente di spuntare un payout fisso su tutti gli asset e su tutte le scadenze a 60 secondi, 2 e 5 minuti che è pari al 76%. Al momento attuale, nessun broker regolamentato offre rendimenti maggiori. Se ne conoscete qualche altro, siete liberi di consigliarlo agli altri utenti lasciando un commento, ma attenzione, solo se dotato di licenza europea ed autorizzato.

  • Impostazione della strategia

Una delle sfide di trading a breve termine è quella di riuscire a vedere “l ’orizzonte sopra gli alberi”, se ci sediamo a guardare i grafici a 5 minuti per tutto il giorno, vedremo un sacco di nuove tendenze, o inversioni; ma che significato hanno in un ‘quadro più ampio del mercato?

E ‘impossibile saperlo senza determinate considerazioni. Qui è dove l’ analisi multi time frame entra in gioco. Utilizzando un grafico a lungo termine per cercare di decifrare il quadro più ampio, il trader incorpora la capacità di elaborare gli imput di breve termine e renderli congrui all’ andamento generale del mercato.

Quindi, prima di indagare su qualunque segnale, l’operatore ha bisogno di trovare una tendenza chiara che sia abbastanza forte per la realizzazione effettiva dell’investimento (o speculazione); e preferibilmente questa tendenza potenziale sarà individuata su un grafico ad ampio respiro. Per le operazioni a breve termine (5-15 minuti), il grafico orario, ad esempio, può lavorare straordinariamente bene per questo scopo.

Gli operatori possono quindi guardare al grafico orario per identificare le tendenze. In questa strategia, la posizione delle medie mobili esponenziali (8 e 34 periodi) viene utilizzato per mostrare la direzione del trend sul grafico orario. Tenetelo a mente, perché questo rappresenta un trend-filtro, in modo che nessuna operazione sia aperta in contrasto con tale tendenza, in altre parole, questo punto serve per determinare la direzionale della strategia. Come?

Se la 8 è al di sopra di quella a 34, saranno adeguate solo le posizioni lunghe CALL e se la 8 è al di sotto del 34, solo le posizioni corte PUT  sono operabili. La maggior parte dei pacchetti grafici consentiranno agli operatori di tracciare gli indicatori su differenti frazioni di tempo, e questo può essere estremamente conveniente per questo scopo. Nella tabella qui sotto, le EMA 8 e 34 a periodo orario sono tracciate sul grafico a 5 minuti.

 

1

 

Segnale d’entrata

 

Dopo che un trader ha individuato la direzione del mercato, può cominciare a ricercare il segnale vero e proprio di entrata, e qui entra in gioco il grafico di breve periodo.

Se il mercato sta mostrando un up-trend, generalmente vedremo una serie di nuovi massimi e minimi locali, o una serie di nuovi minimi e massimi locali (nel caso di down-trend).

Possiamo usare questa osservazione a nostro vantaggio.

Sappiamo già quale direzione vuole prendere questo mercato; ora dobbiamo solo aspettare il momento giusto per mettere in atto la posizione.

Se stiamo cercando di comprare una CALL, vogliamo vedere i prezzi muoversi più in alto dopo aver fatto un minimo locale. Questo minimo locale è un importantissimo punto di enfasi, in quanto ciò permette di impostare lo stop (o rivendere l’ opzione), che è il fulcro della gestione del rischio della strategia.

L’obiettivo qui è quello di trovare un livello di supporto; in modo che l’operatore possa definire lo stop, l’ idea è quella di rimanere in posizione fino a che tale livello non dovesse essere rotto.

Il segnale di apertura arriva nel momento in cui il prezzo attraversa la EMA 8 (periodo 5 minuti) sul grafico a 5 minuti. Ovviamente ciò deve avvenire nella direzione della tendenza principale individuata precedentemente.

 

2

 

Stops, Targets e gestione delle posizioni

Finora, abbiamo solo visto il segnale di apertura e di arresto della posizione … e c’è una ragione per questo: dopo che l’operazione è stata aperta, ci sono molti modi per andare a gestire la posizione e il rischio della strategia.

I traders dovrebbero aprire una posizione solo quando si sentono di poter ragionevolmente ottenere almeno un maggior profitto rispetto a quello che rischiano di perdere se si sbagliano.

In termini di opzioni binarie ovviamente il Rischio/Rendimento è stabilito a priori, ma il discorso vale comunque in termini di estensione potenziale del mercato, se l’ ultimo minimo locale è situato a 40 pips e notiamo una resistenza importante a 20 pips, l’ estensione potenziale è svantaggiosa, ed eviteremo di comprare il contratto.

Una delle parti migliori della strategia è il potenziale per un numero illimitato di nuovi massimi o nuovi minimi, e questo è qualcosa che il trader può tentare di sfruttare andando ad aumentare gradualmente l’ esposizione sul mercato, comprando opzioni successive.

 

Conclusioni

La strategia mostrata non è altro che un’ applicazione pratica di buone regole del trading, per questo funziona! La semplicità e la chiarezza sono notevoli e un trader può davvero raggiungere notevoli risultati se applica i principi di Stanley con disciplina e freddezza. Consigliata!

3 Responses to Strategia consigliata a 5 minuti di James Stanley

  1. claudio ha detto:

    Sono alla ricerca di un Broker “Serio” che permetta di fare investimenti a 60 secondi con 1 Euro.Mi serve per poter testare strategie. Avevo aperto un conto con tradersleader.com ma sembra essere sparito assieme ai soldi depositati ( per fortuna pochi ) . Complimenti per il sito, uno dei pochi che non ti vuole vendere strategie miracolose.
    Grazie per i consigli che mi vorrete dare.

    Claudio

    • Vale Skaga ha detto:

      Ciao Claudio, purtroppo tradersleader ha chiuso i battenti e non possedendo alcuna licenza il rischio era appunto questo. In base alle tue necessità, l’unico broker autorizzato dalla Cysec che conosco con trade da 1 solo euro è Iqoption, tra l’altro, anche il deposito minimo è abbastanza abbordabile e pari a 10€. Sembra un broker affidabile, sponsor di un TEAM auto di formula 4.

  2. sandro ha detto:

    Ciao,io consiglio Iq Option,mi trovo molto bene,si può investire ad un minuto con 1 euro e payout al 86 %.Inoltre ha un’ottima grafica.
    Un altro e binary.com dove ci sono dei payout anche al 100 per cento ma parlano solo in inglese e mi hanno fatto problemi per la documentazione…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *