AVVISO DI RISCHIO: IL VOSTRO CAPITALE POTREBBE ESSERE A RISCHIO

Aggiornamento Importante: Secondo la circolare CySEC C168 è fatto divieto ad ogni broker di promuovere Bonus sul deposito. Sulla scorta della nuova regolamentazione, ci teniamo a precisare che qualsiasi riferimento a bonus sul deposito all'interno delle pagine di questo blog non sono più da tenere in considerazione.

Test di trading su Binary Speed Bot: Parte 1

test

Funziona Binary Speed Bot? Scopriamolo con una prova

Sfruttando la domanda di un nostro lettore, abbiamo deciso di mettere alla prova il famoso software per il trading automatico Binary Speed Bot, qui potete leggerne la recensione. Qui invece potete creare un account.

Ci è stato chiesto se lo avessimo provato o se in alternativa avessimo effettuato qualche test. Fino a ieri no, ma oggi abbiamo deciso di metterlo alla prova. Il nostro non sarà un semplice test, ma uno stress test, nel senso che valuteremo le diverse caratteristiche e funzioni del software, ed alla fine procederemo ad una valutazione finale.

Potrebbero volerci alcuni giorni per portare a termine il test per intero, quindi, se interessati, vi invitiamo a seguire i nostri aggiornamenti. L’obiettivo è di dividere il test in più parti, così da rendervi la consulatazione più agevole, senza creare un articolo eccessivamente lungo, alla fine poi, procederemo ad una relazione e valutazione finale.

Binary Speed Bot Test parte 1

Questa prima parte sarà incentrata sullo studio delle caratteristiche del software, per acquisire alcuni elementi conoscitivi di base. Successivamente procederemo all’aperturà di alcune posizioni, cercando per quanto possibile, di documentarvi tutto.

Dopo aver creato un account, abbiamo dovuto decidere la somma da investire nel progetto. Si trattava di investire una somma sufficiente a lavorare con un corretto money management. L’investimento minimo è di 25€, poi si passa a 50€. Anche se il deposito minimo è di 200€, ci è sembrato opportuno iniziare con un capitale di 1.000€.

Con investimenti mirati di 25€ per posizione, possiamo contare su un money management abbastanza prudente, visto che investiremo solamente il 2,5% su ogni singolo trade.

Bene, detto ciò, analizziamo le caratteristiche del software. Alla sezione parametri è possibile impostare il software. Si può scegliere se utilizzare la funzione di autotrade, oppure di trading manuale. Selezionando autotrade, sarà necessario impostare parametri quali:

  • Investimento massimo giornaliero
  • Investimento per posizione
  • Limite profitto giornaliero

In questo caso, voi date le direttive, ed il software esegue automaticamente. Potete anche assentarvi dal pc e andare a svolgere altre attività, magari lasciando la finestra del browser aperta per controllare di tanto in tanto se il capitale cresce, oppure se diminuisce. Non conoscendo l’affidabilità dei segnali del broker, abbiamo optato per il trading manuale, dove almeno possiamo decidere personalmente quali segnali sfruttare.

segnali-speed-binary1

I segnali forniti da Binary Speed Bot sono infatti di due tipi: Call e Put.

Call viene segnalato con un freccia verde verso l’alto, mentre put al contrario, con una freccia rossa rivolta verso il basso.

segnali-speed-binary2

Con trading manuale sarete voi a decidere se sfruttare il segnale, mentre con trading automatico procederà direttamente il software.

Bene, con 1.000€ di capitale procediamo con i primi tentativi: Dopo una decina di minuti spunta il segnale che vedete sopra. L’affidabilità sembra essere buona, ma non massima. Acquistiamo ugualmente. Investiamo 25€.

segnali-speed-binary3

La prima posizione va a buon fine, guadagniamo i primi 43.75€ lordi e passiamo da un capitale di 1.000€ a 1018.75€.

Clicca sull’immagine per aprire a schermo intero

segnali-speed-binary-posizione_mini

Attendiamo adesso gli altri segnali. Questi primi minuti ci stanno servendo per comprendere con quale frequenza vengono forniti i segnali.

Come potete ben osservare dall’immagine sopra, sono le ore 11:26 (10:26 GMT del software). In questa fascia oraria, i segnali vengono forniti con una frequenza non elevatissima. Uno ogni 20-30 minuti, a volte anche più. Per evidenziare un segnale, il software emana un alert sonoro, inoltre, l’asset di riferimento inizia a lampeggiare. A questo punto, basta premere sulla freccia per far aprire la finestra in basso.

segnali-speed-binary-efficacia

Come vedete, il software indica tutti i dati della posizione, la data di scadenza, il montate (somma da investire che potrete decidere voi) e l’efficienza del segnale. Nell’esempio in questione l’efficienza è al 71%.

Dopo circa due ore di attività abbiamo aperto 4 posizioni da 25€ ciscuna. Due di queste sono scadute in profitto, una in perdita, la quarta è in attesa di scadenza. Ancora troppo poco per dare giudizi positivi o negativi.

segnali-speed-binary-posizione1

Dopo le prime ore di studio abbiamo notato questi elementi:

  • I segnali vengono forniti con la frequenza di 1 ogni 20-30 minuti circa.
  • I segnali prevedono posizioni su opzioni binarie con scadenze di 20-25 minuti.
  • Il segnale indica l’efficacia di riuscita (questo parametro ci sembra molto importante per capire se sfruttare il segnale oppure no).

In questi giorni faremo un po’ di tentativi per capire quale affidabilità dimostrerà il software, tenuto conto che i risultati dipenderanno anche dalle nostre scelte (decidiamo infatti i segnali da sfruttare e quelli da tralasciare).

Mi raccomando, date uno sguardo alla seconda puntata del test su Binary Speed Bot.

One Response to Test di trading su Binary Speed Bot: Parte 1

  1. renato ha detto:

    Articolo molto interessante, spiegato nei dettagli. In precedenza ho provato Algobit (circa 600 euro di perdita), Binary Option Robot (500+500 bonus) tutto perso, Real Binary Robot (circa 200 euro di perdita). Quando avrò la possibilità, credo che lo proverò.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *